Assolda killer per ammazzare il marito “Ti pago cinquemila euro”.

Voleva far uccidere il coniuge dal quale si sta separando per ereditare il suo patrimonio
L’uomo viene a conoscenza del piano e organizza la trappola collaborando con la polizia

di SIMONE BIANCHIN

Assolda killer per ammazzare il marito  "Ti pago cinquemila euro". Denunciata

Voleva far uccidere il marito, dal quale si sta separando, per ereditare i suoi soldi e le sue case. Una trentasettenne di Crema, collaboratrice domestica, aveva confidato di voler assoldare un killer alla sua migliore amica, chiedendole aiuto per trovarlo. Ma il marito, 43 anni, libero professionista che lavora a Milano nel settore del commercio, è venuto a saperlo e con la polizia ha ideato un piano per incastrare la moglie: mandarle un finto killer, un suo amico.

Quando l´uomo si è presentato, lei ha creduto che fosse il killer mandato dalla sua amica e gli ha detto: «Lo voglio steso, lo voglio morto. Lo aggredisci per rubargli la 24 ore e gli dai un colpo in testa». Gli ha offerto un compenso di 5mila euro «per il lavoro», e lui ha registrato tutto con una microcamera, mentre anche i poliziotti in zona filmavano, travestiti da operai.

Quando la donna decide che «entro venerdì si deve chiudere», il finto killer, d´accordo con gli investigatori, le chiede un anticipo. L´appuntamento è davanti a un bar di Crema, giovedì: la donna consegna 2mila euro. Intervengono gli agenti del commissariato di Crema, che la portano al commissariato, dove confessa. È stata denunciata a piede libero dalla polizia. 

kirap

kirap

Non si conosce mai abbastanza bene una donna fino a quando non la si incontra in tribunale. (Per la maggiore) http://www.separati.eu/

Potrebbero interessarti anche...

Stop Ingiustizie!

Leggi sul divorzio ingiuste,Rapimenti,Tradimenti, Scrivi la tua storia qui in modo che tutti possano leggere. Clicca sul cartello rosso e vai alla Sala Stampa

Stop Ingiustizie!