Giudice si spara alla testa e muore nel cimitero in cui è sepolta la madre

/>Il luogo del suicidio a Galleriano di Lestizza (Press Photo Lancia)UDINE – Ha percorso qualche chilometro della Ferrata e si è avvicinato al paese d’origine dei suoi genitori, Talmassons (Udine). Pochi istanti e ha raggiunto il parcheggio del cimitero di Galleriano di Lestizza dove è sepolta la madre, è sceso dall’auto, ha preso in mano la pistola e, una volta vicino all’ingresso del camposanto, ha schiacciato il grilletto dopo aver puntato la canna dell’arma alla testa.

Così ha cessato di vivere il giudice civile Paolo Petoello, 53 anni. La tragedia è stato scoperta attorno alle 19.20 da una persona che si era recata a fare visita alla tomba di un defunto. Petoello era seduto a terra, in un lago di sangue e con l’arma, un revolver, ancora in mano. Immediato l’intervento di un’ambulanza del 118, dei vigili del fuoco del distaccamento volontario di Codroipo e dei carabinieri appartenenti alla compagnia di Palmanova comandata dal capitano Umberto Carpin. Poco dopo a Galleriano è giunta anche la squadra rilievi del comando provinciale, quasi contemporaneamente al procuratore aggiunto Raffaele Tito che ha voluto effettuare personalmente un sopralluogo.

Paolo Petoello era separato dal 2008, lascia due figli. Sui motivi che hanno portato il giudice a togliersi la vita, sino a tarda ora erano in corso gli accertamenti da parte di procura e carabinieri. Non viene messo in dubbio il suicidio, ma le cause del tragico gesto sono ancora da comprendere.

Proprio ieri mattina Petoello si era recato in un’armeria di Udine acquistando la pistola con la quale poi ha messo fine alla sua esistenza. Viene descritto come un uomo energico, dinamico, appassionato della sua professione, sempre pronto ad ascoltare gli altri e nessun segno esteriore, tranne i segni di una malattia, aveva fatto intuire un malessere profondo. La salma è stata recuperata dagli addetti delle onoranze funebri Fabello che hanno provveduto a trasferirla all’ospedale di Udine. Non è escluso che la magistratura possa disporre l’autopsia.

kirap

kirap

Non si conosce mai abbastanza bene una donna fino a quando non la si incontra in tribunale. (Per la maggiore) http://www.separati.eu/

Potrebbero interessarti anche...

Stop Ingiustizie!

Leggi sul divorzio ingiuste,Rapimenti,Tradimenti, Scrivi la tua storia qui in modo che tutti possano leggere. Clicca sul cartello rosso e vai alla Sala Stampa

Stop Ingiustizie!