Madri assassine e indegne

Mi fa proprio schifo compilare questa macabra antologia.
Ma mi tocca farlo, visto che lo slogan dominante è che la violenza è solo maschile.
Tuttavia una differenza sostanziale tra i figlicidi commessi da uomini e da donne c’è, eccome:

Figlicidi commessi da donneFiglicidi commessi da uomini
Rimangono quasi sempre impuniti, perché viene sempre e automaticamente invocata l’infermità mentale, o meglio la semiinfermità, meraviglioso trionfo di ipocrisia che stabilisce che la donna era inferma solo in quel momento, non prima né dopo, e pertanto non può essere soggetta nemmeno alle più piccole restrizioni.Vengono sempre puniti con enorme severità: quasi mai viene invocata la semiinfermità mentale né vengono quasi mai concesse attenuanti di alcun tipo.
Possono manifestarsi in qualsiasi momento, dal parto in poi, in maniera piuttosto imprevedibile. La celebre depressione post-partum è utile solo per giustificare l’assoluzione, ma i figli vengono uccisi a qualsiasi età senza picchi statisticiAvvengono quasi sempre durante un processo di separazione, quando un padre perde tutto, casa, figli, famiglia, soldi, ecc.
Le madri che uccidono i loro figli fanno ogni cosa per sottrarsi alla giustizia, falsificano le tracce, le prove ecc. Comunque negano e rarissimamente mostrano pentimentoI padri che uccidono i loro figli generalmente si uccidono loro stessi per ultimi. Nei rari casi in cui non lo fanno si vanno a costituire entro poche ore.
Ogni tre giorni in Italia una madre uccide un figlio. Ma nessuno ne ha la percezione: finiscono sempre nelle pagine secondarie, nelle cronache locali. E questa antologia ne è testimone, infatti la maggior parte di questi articoli sono sepolti nei meandri più inaccessibili dei giornali, se non usassi un software per la ricerca di Feed RSS non sarei mai riuscito a scovare queste notizie.Quando, invece, l’assassino è il padre ha sempre l’onore di essere il mostro sbattuto in prima pagina.

Madri assassine

Madri di efferata indegnità

Stop Ingiustizie!

Leggi sul divorzio ingiuste,Rapimenti,Tradimenti, Scrivi la tua storia qui in modo che tutti possano leggere. Clicca sul cartello rosso e vai alla Sala Stampa

Stop Ingiustizie!