“Non riesco a pensare ad alcun bisogno dell'infanzia altrettanto forte quanto il bisogno della protezione di un padre” Sigmund Freud

0

Non solo Uomini uccidono figli..

Il marito la tradisce: lei uccide il figlio e si spara: «L’ho fatto per vendetta»
Gli spari nella notte, la corsa verso la stanza del figlio e un solo rimpianto che si porterà per tutta la vita: non essere riuscito a salvare il suo bambino dal piano di morte della madre.

0

Minorenne si suicida

Dopo un anno dal suicidio di suo padre il gesto viene ripetuto dalla figlia 17 enne.

La ragazza si è lanciata dal nono piano di un palazzo di via Urbino. L’ultimo post dedicato al padre: «Torna o ti raggiungo io»

«Papá ti amo. Torna qui con me… altrimenti ti raggiungerò io». E alla fine l’ha raggiunto. Come aveva detto. Come aveva scritto il 1 luglio scorso. Una ragazza di 17 anni si è tolta la vita ieri pomeriggio lanciandosi dal nono piano di un palazzo alla Sacra Famiglia. Esattamente lo scorso anno il padre aveva fatto lo stesso. Stesso luogo e stesso destino.

0

Incontro tra papà

I padri separati accolti dalla struttura di Rimini si raccontano in una piovosa sera d’estate. Le storie di Davide, Gianluca, Arturo, Vicenzo e Mauro hanno molti punti in comune: le difficoltà economiche, qualche rancore, ma anche forza d’animo e tenacia, e la voglia di non perdere la propria dignità. Gloria Lisi: “L’idea è di mettere le persone nella condizione di muoversi autonomamente”.

0

UCCIDE L’EX MOGLIE E POI SI SPARA

Serino, ha sparato alla consorte con una pistola:
non riusciva a trovare un posto di lavoro da due anni

AVELLINO – Un mix esplosivo di risentimento e rancore, insieme ad una condizione economica sempre più insostenibile, hanno spinto Alessandro Mariconda, 57 anni, ad uccidere oggi pomeriggio a Santa Lucia di Serino (Avellino) la moglie da cui viveva separato da anni, Anna Tavino, 63 anni, prima di togliersi a sua volta la vita nella sua abitazione di via San Giuseppe Moscati.

0

False accuse – dopo dieci anni la verità

Padre 50enne venne condannato per abusi sessuali durati sei anni. Scagionato in appello: «Il fatto non sussiste»
Era accusato di violenza sessuale sulla figlia, piccolissina. Atti che T.R., 50 anni, avrebbe compiuto sulla bimba quando lei aveva tra i 5 e gli 11 anni. Per sei anni, dunque, avrebbe abusato continuamente della piccola. Avrebbe? No, nemmeno questo condizionale va usato in questo caso, perchè anche il dubbio è stato spazzato via dalla sentenza dei giudici della Corte d’appello di Bologna (terza sezione, presidente Santini) che hanno assolto il padre da ogni reato, con la formula più piena, «perchè il fatto non sussiste».

0

Odissea Infinita

Odissea Infinita Odissea Infinita-Spettabile associazione Vi scrivo perché anch’io da 5 anni mi sto battendo per far tutelare i miei diritti di padre separato, a volte anche contro i mulini a vento.    ...

0

CARABINIERE SPARA ALLA MOGLIE E SI UCCIDE

BENEVENTO – Un omicidio-suicidio che ha lasciato sbigottiti. Per cercare di ricostruire le possibili motivazioni di un evento tanto tragico, per una intera mattinata in Questura sono stati ascoltati alcuni testimoni. Si tratta di amici e parenti di quella coppia che, interrotto il rapporto coniugale, . non riusciva però a farsene una ragione e ritrovare equilibrio e tranquillità.

0

Uccide il convivente

NAPOLI РDelitto passionale, ma questa volta la vittima ̬ un uomo.
Una donna ha ucciso il convivente con una coltellata al petto la scorsa notte a Torre del Greco durante un litigio nella loro abitazione. Ha poi tentato di dar fuoco all’appartamento con il gas, causando solo lievi danni alla cucina, e di suicidarsi lanciandosi dal terrazzo ma è stata fermata dalla Polizia.

a donna РMaria Carmela Panariello, di 41 anni Р̬ stata bloccata dalla Polizia e si trova ora nel Commissariato di Torre del Greco in stato di fermo. Il convivente РTommaso Egger, di 57 anni Р̬ stato trovato senza vita sul letto, con una profonda ferita al petto inferta Рsecondo i primi accertamenti degli investigatori dello stesso Commissariato, diretto da Paolo Esposito Рcon un grosso coltello da cucina.

0

Padre si suicida dopo saputo figlio impiccato

Soffriva per la separazione dei genitori. Il giovane rischia danni permanenti Che ci fosse accordo fra padre e figlio..quanto l’amore padre figlio è inferiore all’amore madre figlio?
VERBANIA – Restano disperate le condizioni del sedicenne che ha tentato di uccidersi impiccandosi a una trave nella sua casa di Intra, in provincia di Verbania. Ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Pallanza, proprio negli stessi attimi in cui il padre – appresa la notizia del tentativo di suicidio – si è tolto la vita sparandosi alla testa, è in coma farmacologico. Qualora sopravvivesse, rischia di subire danni permanenti. Il giovane soffriva per la separazione dei genitori.

0

Mantenimento diretto anche senza affido condiviso

Capita spesso che nell’ambito di una separazione, di un divorzio o della rottura di una convivenza di fatto i maggiori e forti scontri tra i partners riguardino questioni economico-patrimoniali attinenti la gestione della prole. Si presenta immediatamente necessario sottolineare, che il concetto di mantenimento ha una portata molto più ampia di quello che si possa immaginare e si concretizza nella necessità di provvedere ‘‘a una molteplicità di esigenze, non riconducibili al solo obbligo alimentare, ma estese all’aspetto abitativo, scolastico, sportivo, sanitario e sociale, nonché all’assistenza morale e materiale ed all’opportuna predisposizione di una stabile organizzazione domestica, idonea a rispondere a tutte le necessità di cura e di educazione’’ (Cassazione civile, n. 17089/2012).

0

I casi della vita

La donna, su cui pende una condanna a due mesi, secondo il suo legale, Giuseppe Caccetta, ha iniziato uno sciopero della fame e della sete, ha già perso 10 chili e si trova in condizioni che potrebbero compromettere la sua salute.

0

Insegue ex moglie in auto, la uccide e tenta suicidio

Dramma a Ostia: l’uomo, guardia giurata di Roma, si è sparato
ROMA – Omicidio e tentato suicidio a Roma. Un romano di 42 anni ha ucciso la sua ex-moglie, dopo averla inseguita e affiancata con l’auto in strada, sparando, prima di tentare il suicidio. L’episodio e’ avvenuto in via Ostiense, a due passi da Ostia.

L’uomo, una guardia giurata che era a bordo della propria auto, ha sparato contro la donna, al volante di un’altra macchina. Poi si è inferto un colpo alla tempia. La vittima, una romana di 41 anni, è morta mentre il 42/enne è in gravi condizioni. Sul posto i carabinieri di Ostia.

0

50 km al giorno a piedi, da Vasto a Strasburgo, per affermare i propri diritti di genitore

Ci ha ragionato per mesi, prima di determinarsi in una iniziativa senza precedenti. Antonio Borromeo, 46 anni di Vasto, educatore separato dal 2006 e padre di un bambino di 10 anni, ha deciso di iniziare, a partire dal prossimo 25 aprile da Vasto (piazza Diomede), un cammino di protesta in nome dei suoi diritti di genitore negato.

Borromeo percorrerà 50 km al giorno camminando per 10 ore. Dice lui stesso che “….sono abituato a camminare perche’ vado sempre a piedi, ma da tre mesi sto effettuando un allenamento specifico per preparargli al meglio a questo mio viaggio fino a Strasburgo per fare valere il mio diritto a essere padre e a mio figlio di avere un padre”. In tutte le località in cui farà tappa Borromeo, per un viaggio che durerà un mese e mezzo, sarà atteso da centinaia di persone che stanno già condividendo questa avventura sulla rete.

1

Un padre

Un padre Gent. Associazione sono un padre, il solito, uno dei tanti separati. Unica differenza che si tratta di separazione internazionale, con alle spalle una vicenda assurda – come lo saranno tante – in...

0

MILANO-PROGETTO “PADRI SEPARATI”

La Casa dei papà  separati della Provincia di Milano ospiterà  veri e propri corsi per conoscere e risolvere le problematiche di coppia e di famiglia.
E tra gli insegnanti ci saranno gli stessi ospiti della struttura, pronti a raccontare la propria esperienza sia di separazione che di riprogettazione della propria esistenza.
Il progetto della Provincia di Milano, anche grazie ad un recente accordo con Regione Lombardia e Asl Milano 1, non solo continua nella sede di Rho, ma verrà ulteriormente potenziato e ampliato.
La struttura, attiva a Rho dalla primavera 2010, si è inizialmente offerta per ospitare papà separati costretti a dormire in auto o per strada o in alloggi di fortuna, garantendo ad ogni singolo ospite un progetto mirato. Quindi ha messo a disposizione spazi per l’accoglienza dei figli e una rete di servizi coordinati dalla provincia, sia per il supporto alla genitorialità che per l’accompagnamento al lavoro. Ora la Provincia inaugura una seconda fase del progetto.
La prima novità riguarda l’allestimento di un appartamento dove alcuni papà, già ospiti della struttura, potranno ritrovare la propria autonomia abitativa e svolgeranno soprattutto il ruolo di tutor per i nuovi arrivati. La seconda novità è relativa a veri e propri corsi di formazione sulle problematiche di coppia e di famiglia.

0

Io, padre separato

Adornato
Fabrizio Adornato

Da sessantasei giorni Fabrizio Adornato, maresciallo dei Carabinieri, mangia soltanto frullati, yogurt e bevande energetiche. Ha perso quattordici chili, le forze sono allo stremo. Ogni mattina srotola i suoi striscioni davanti al Tribunale di Genova raccontando ai passanti i motivi della sua protesta: a causa di una lunga e conflittuale separazione dalla ex moglie, da due anni non riesce a vedere la figlia ormai quattordicenne.

Ed è ridotto sul lastrico: ogni mese deve versare 440 euro alla madre della ragazzina nonostante abbia ottenuto l’affido condiviso e dunque la possibilità di mantenere la figlia direttamente. E così Adornato, che ha dovuto lasciare la casa alla ex moglie e affittare un appartamento, prima di iniziare lo sciopero della fame mangiava una volta al giorno, spesso in caserma per risparmiare, chiedendo prestiti a parenti e amici. In questi giorni l’Enel ha staccato la fornitura di energia elettrica: non paga da mesi le bollette.

0

Questo matrimonio s’ha da pre-regolare!

In seguito a una recentissima sentenza della Corte di Cassazione, i patti prematrimoniali potrebbero trovare riconoscimento giuridico anche in Italia. L’avvocato Matteo Santini afferma: “Occorre colmare il vuoto normativo.
Con una sentenza del 21 dicembre 2012, la Corte di Cassazione ha aperto la strada ai patti prematrimoniali nell’ordinamento giuridico italiano. La sentenza in questione ha ritenuto valido un accordo stipulato tra due futuri coniugi, nel quale si stabiliva che in caso di fallimento dell’unione coniugale la moglie avrebbe ceduto al marito un immobile di sua proprieta’ a titolo di indennizzo per le spese sostenute per ristrutturare la casa coniugale, sempre di sua proprieta’.

0

CONVEGNO DEL 5 FEBBRAIO 2013: AFFRONTARE LA CRISI DELLA FAMIGLIA NEL NOME DEI FIGLI

SENATO DELLA REPUBBLICA, CONVEGNO DEL 5 FEBBRAIO 2013: AFFRONTARE LA CRISI DELLA FAMIGLIA NEL NOME DEI FIGLI. Presentazione del primo articolo medico-scientifico italiano sull’affido condiviso e alternato, di Vittorio Vezzetti, con la partecipazione della Sen. Gallone. INVITO e PROGRAMMA

  • Malgrado la promulgazione, quasi sette anni orsono, della legge 54/06 sull’affido
    condiviso, è comune in Italia (come nella maggior parte dei Paesi europei)
    che quando una coppia si divide la prole venga di fatto collocata (se non
    affidata) presso uno solo dei genitori con marginalizzazione del ruolo dell’altro
    genitore. Tutto ciò comporta gravi ripercussioni (sia dal punto di vista
    biomedico che sociale) sui minori e, a cascata, sull’intera società.
0

Divorzi sempre più facili. In Gran Bretagna anche online

Aumenta il numero di coppie che si presenta in tribunale senza un avvocato di fiducia, ma solo consultando siti specializzati in assistenza giuridica. Con un notevole risparmio di denaro

Divorzi sempre più facili. In Gran Bretagna anche online

Altro che avvocati, parcelle e lunghe attese nelle sale d’aspetto. Ora divorziare diventa sempre più facile e in Gran Bretagna è sufficiente un clic. In tempi di crisi economica e di tagli, che non risparmiano neppure il Regno Unito, ecco che le separazioni diventano “fai-da-te” e più economiche. Per ricevere consigli, indicazioni, informazioni su documenti da produrre e procedure da seguire, infatti, non è più indispensabile rivolgersi a un legale, ma basta consultare uno dei sempre più numerosi siti online di consulenza.

Scuola, iscrizioni solo on line Ma 300mila famiglie rischiano 0

Scuola, iscrizioni solo on line Ma 300mila famiglie rischiano

maturità scuola esamiCambia l’iscrizione a scuola. Non più passaggi in segreteria, da oggi è tutto on line. Per le classi iniziali dei corsi di studio delle statali (le private non sono vincolate), tranne la scuola d’infanzia, diventa obbligatoria l’iscrizione digitale. Lo prevede la legge n. 135/2012, cioè la spending review.

Le famiglie, dopo aver individuato la scuola, dovranno compilare la domanda e inviarla all’istituto attraverso il sistema «Iscrizioni on line» del sito del ministero o da www.iscrizioni.istruzione.it. Il sistema in tempo reale avviserà via mail i genitori dell’avvenuta registrazione o delle variazioni di stato della procedura (in caso di separazioni o divorzi con affido non congiunto, la domanda deve essere poi perfezionata presso la scuola).

Stop Ingiustizie!

Leggi sul divorzio ingiuste,Rapimenti,Tradimenti, Scrivi la tua storia qui in modo che tutti possano leggere. Clicca sul cartello rosso e vai alla Sala Stampa

Stop Ingiustizie!