Perchè ancora non scoppia la rivoluzione in Italia??

Da una conferenza del filosofo Umberto Galimberti
[youtube zfzFib23u8E]
[ratings]

Ospite

Ospite

Sono te ,lui,chiunque e scrivo in anonimatohttp://www.separati.eu/

Potrebbero interessarti anche...

  • kirap

    Non fa una piega!!

  • cristian

    Questo è risaputo, purtroppo chi se ne rende conto è solo una piccola percentuale di persone.
    Io dico però che se le persone possono essere raggirate, represse e spinte a ignorare persino la loro sofferenza (al punto anche di suicidarsi) senza reagire dalle poche persone “intelligenti” che ci governano…allora anche le poche persone intelligenti che si rendono conto della situazione e vogliono cambiarla possono farlo. Se il popolo di media è tanto malneabile allora lo si può anche spingere e guidre alla rivolta. Se siamo tanto forti (e disperati) da soffrire e morire in silenzio allora penso che possiamo esserlo anche per lottare e morire per la nostra libertà e futuro. Se le cose non cambieranno almeno ci avremo provato. Non ha senso demoralizzarsi e rassegnarsi dicendo: “tanto le cose non cambiranno mai”, se non si fa niente per forza non cambieranno. Il governo deve capire che il suo potere proviene da noi ed è a noi che deve rendere conto. E se non vuole rinunciare al potere che noi gli abbiamo conferito (e non lo farà) allora bisogna riprenderselo.
    Non sono i popoli che devono temere i loro governi, ma i governi che dovrebbero temere i loro popoli!

  • quando vedo l’entusiasmo quasi isterico,in cui il popolo per es.inglese,festeggia il 60°della regina elisabetta…è tutto dire.

    quando vedo lo sperpero di denaro pubblico destinato agli alti stipendi burocratici,i tagli affamanti al popolo,all’evasione e all’appoggio del governo ai ricchi del paese..e la gente che s’accontenta di seguire trasmissioni di ammaestrata protesta retta da ammaestrati servo-divulgatori,pur di dare una finta valvola di sfogo a noi poveri fessi..è tutto dire..
    quando vedo i giovani senza futuro che credono che “futuro”sia cosa faccio stasera?mi darà qualcosa il genitore per farmi uscire?che balla dovrò inventare pur di avere i soldi per lo spino o il tiro?

    E’ Tutto Dire!

  • p.tisselli

    chi governa i popoli compreso il nostro sono il BILDERBERG GROUP E LA TRILATERAL COMMISSION di cui casualmente i numeri due del PD E PDL cioe’ enrico e gianni LETTA fanno parte !!!!!!!!!!!
    distruggeranno le libere democrazie occidentali francia,germania,italia,spagna,portogallo ecc.ecc. costituiranno uno stato europeo senza il consenso della gente e vivremo sudditi di un’europa di poche famiglie e corporations dove bce,fmi,wto,banca mondiale ,eu saranno i protettori di banchieri e multinazionali cioe’ coloro che dominano tutto il globo .
    o ci svegliamo e lottiamo duramente per distruggere questi capitalisti ,queste dinastie queste corporations che controllano le ns esistenze almeno dagli anni cinquanta !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    la classe politica italiana e’ succube,fa i compiti per questi signori che controllano le economie globali !!!!!!!!
    i popoli debbono ritornare padroni dei loro parlamenti e dei loro stati distruggendo e smembrando le multinazionali e le corporations che sono la rovina di questo mondo !!!!!!!!!!!! debbono essere distrutte !!!!!!!!!!!

    stanno da decenni condizionando e distruggendo le autonomie dei singoli liberi paesi !!!!!!!!!!!!!!

    informatevi sull’ASPEN INSTITUTE,SUL BILDERBERG GROUP E SULLA COMMISSIONE TRILATERALE !!!!!!! E SUI LORO MEMBRI !!!!!!!!!!!!! john elkhan va’ alle riunioni del club bilderberg !!!!!!!!!!!
    tutti i principali nomi dell’industria e delle alte cariche fanno capo all’aspen institute !!!!!!!!! come il bilderberg club e la trilateral commission vanno posti fuorilegge e i membri debbono essere processati !!!!!!!!!!!
    cordiali saluti e speriamo che il new world order sia un flop altrimenti diventeremo SCHIAVI CIVILIZZATI !!!!!!!!|||

Stop Ingiustizie!

Leggi sul divorzio ingiuste,Rapimenti,Tradimenti, Scrivi la tua storia qui in modo che tutti possano leggere. Clicca sul cartello rosso e vai alla Sala Stampa

Stop Ingiustizie!