Urban center di Milano presentazione del libro “Nel Nome Dei Figli”

Il 23 febbraio si è svolta la presentazione di gala del libro Nel nome dei figli (giunto alla seconda edizione): la manifestazione si è tenuta alle ore 16, presso l’Urban Center di Milano, in Galleria Vittorio Emanuele 11. In tanti sono accorsi a festeggiare le 10.000 copie del libro sulla giustizia familiare. Dopo i saluti del Sindaco Giuliano Pisapia, sono intervenuti insieme all’Autore Vittorio Vezzetti la Sen. Emanuela Baio, correlatrice della legge sull’affido condiviso, la Sen. Alessandra Gallone, relatrice del ddl 957 di riforma, il Prof. Luigi Nespoli, Ordinario di Pediatria, il Prof. Silvio Ronca, Teologo. Ha moderato l’incontro l’avv. Raffaella Cossi, Presidente ANFI Milano. Nell’occasione sarà disponibile un’edizione speciale del libro, annullata con timbro commemorativo dell’evento e corredata della bellissima canzone su CD “Nel nome dei Figli”, del cantante svizzero Marco Urzi. Giovedì; primo marzo, ore 18, Milano c/o Doria Hotel (zona Stazione Centrale), si terrà il Convegno di presentazione ANFI Milano. Introduce l’avv. Raffaella Cossi, Presidente di ANFI Milano, interventi di Avv. Carlo Piazza ANFI Lombardia, Avv. Rita Rossi ANFI Bologna, Dott. Vittorio Vezzetti responsabile medico scientifico ANFI nazionale e Prof. Marco Casonato, psicologo Università Bicocca Milano. Martedì; 6 marzo, ore 20.45, presso l’aula magna della facoltà di Economia e Commercio dell’Università dell’Insubria, via Monte Generoso 71, Varese, si terrà la lezione di Vittorio Vezzetti “Il figlio di separati” evidenze scientifiche, casi clinici” (modera l’avv. Giuseppe Gibilisco). La partecipazione è gratuita e fornirè crediti ECM a medici, pediatri e infermieri. Organizza la Scuola di Specializzazione in Pediatria.

kirap

kirap

Non si conosce mai abbastanza bene una donna fino a quando non la si incontra in tribunale. (Per la maggiore) http://www.separati.eu/

Potrebbero interessarti anche...

Stop Ingiustizie!

Leggi sul divorzio ingiuste,Rapimenti,Tradimenti, Scrivi la tua storia qui in modo che tutti possano leggere. Clicca sul cartello rosso e vai alla Sala Stampa

Stop Ingiustizie!