I RACCONTI DI PADRI SEPARATI

LIBRI: ‘IL DELIRIO E LA SPERANZA’
(AGI) – Genova, 12 dic. – Storie di padri, tutte diverse ma drammaticamente simili, in una societa’ , si legge nel libro, che nega il loro indispensabile ruolo. Nel dramma della dissoluzione della famiglia, e’ l’uomo a giocare il ruolo del reietto: allontanato da casa, costretto a versare prebende spesso insostenibili sulla base di una legislazione farraginosa e vetusta, basata su concetti di ‘mammismo’ e vetero-femminismo del tutto anacronistici. Tutto cio’, si legge ancora nel volume, porta a registrare un morto ogni tre giorni e 3 feriti al giorno in contesti di separazione litigiosa. Il 75 per cento degli uomini in fase di separazione subisce mobbing giudiziario; l’80 per cento delle denunce di maltrattamenti presentate da donne in via di separazione nei confronti del coniuge risulta falso; il 90 per cento dei padri in via di separazione subisce la minaccia di non vedere i figli dalla coniuge (indagine Gesef su 26.800 soggetti). Tutti ne parlano, tutti lo sanno, nessuno interviene. Il libro, edito da Erga edizioni di Genova, nasce dall’incontro tra le associazioni Mater Matuta e Voltar Pagina, con il patrocinio e l’appoggio dell’associazione Papa’ separati. Le testimonianze dei padri, alla ricerca di un barlume di speranza, sono state rielaborate in chiave letteraria, facendo di ogni racconto un esempio della quotidiana lotta per la conquista della dignita’ di genitore.(AGI) Ge2/Mav.
______________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Questa raccolta di racconti, insolita per la coralità delle voci e dei contributi che l’hanno resa possibile, ci costringe a meditare sulle radici culturali del multiforme malessere che avvelena i nostri giorni. Ma, nello stesso tempo, apre a prospettive di speranza: perché i protagonisti, sempre uomini più o meno quarantenni, capaci di lottare eroicamente e di resistere alle prove più drammatiche perché sostenuti dall’incrollabile volontà di vivere pienamente il proprio ruolo paterno, finiscono sempre, in un modo o nell’altro, per discostarsi dagli stereotipi del maschio opportunista, debole e rinunciatario stigmatizzato dai mass media e dalla politica. Nati e cresciuti in tempi segnati dal vuoto intellettuale e dal disordine morale che ha fatto seguito al crollo delle ideologie e al collasso di tutti i tradizionali punti di riferimento, essi, con la tenacia e la capacità di amare, possono diventare un importante motore della nostra rinascita.

kirap

kirap

Non si conosce mai abbastanza bene una donna fino a quando non la si incontra in tribunale.
(Per la maggiore)
https://www.separati.eu/

Potrebbero interessarti anche...

Stop Ingiustizie!

Leggi sul divorzio ingiuste,Rapimenti,Tradimenti, Scrivi la tua storia qui in modo che tutti possano leggere. Clicca sul cartello rosso e vai alla Sala Stampa

Stop Ingiustizie!