La rabbia di una famiglia davanti al Tribunale: “Ridateci i nostri figli!”

Lei, mamma alessandrina caparbia e determinata, rischia di perdere, dopo la separazione dal marito, l’affidamento dei suoi due figli, entrambi minorenni, a favore degli assistenti sociali. Ieri mattina, insieme ad altri 6 familiari e conoscenti, ha manifestato tutta la propria rabbia ed indignazione davanti al Tribunale di Alessandria.protesta tribunale affidamento Tra slogan registrati e diffusi a tutto volume da un impianto stereo improvvisato e cartelloni con frasi brevi ed incisive, il piccolo gruppo di manifestanti si è fatto sentire lungo Corso Crimea, attirando l’attenzione di passanti e curiosi. “Non devono essere puniti dei minori per i maltrattamenti inflitti dal padre: hanno già sofferto abbastanza”. Per questa mamma non ci sono dubbi: “quelli del Tribunale hanno nascosto tali vessazioni, omettendole dalla documentazione che era stata loro fornita”.

Ma c’è di più. Ad essere tirata in ballo c’è anche una malattia “totalmente inventata”, ovvero la sindrome di alleanza parentale, “usata molto spesso nei Tribunali, a porte chiuse, per togliere i figli ai separati…proprio come in questo caso”. Prima di arrivare all’azione di protesta di ieri, nelle scorse settimane la famiglia ha tentato di procedere per vie legali, inviando mail agli Uffici giudiziari di Torino, Milano e Roma, a dimostrazione della tenacia e della volontà di non arrendersi di fronte a qualsiasi ostacolo. “Non sono una tossica, nè una prostituta. Voglio solo che ci sia la sospensione della sentenza e l’aggiornamento del caso” ha ribadito la madre.

Tra gli altri 6 manifestanti, una nota a parte spetta alla nonna dei due ragazzini, che è apparsa ancora più agguerrita della figlia, carica di rabbia e col terrore di perdere ciò che al mondo ha di più caro. “Marzia e Francesco sono i nostri e non si toccano. Se qualcuno li vuole, prima di prenderli dovrà passare sui nostri cadaveri. Non ci fermeremo di fronte a niente e andremo anche a Roma se necessario”.

kirap

kirap

Non si conosce mai abbastanza bene una donna fino a quando non la si incontra in tribunale.
(Per la maggiore)
https://www.separati.eu/

Potrebbero interessarti anche...

Stop Ingiustizie!

Leggi sul divorzio ingiuste,Rapimenti,Tradimenti, Scrivi la tua storia qui in modo che tutti possano leggere. Clicca sul cartello rosso e vai alla Sala Stampa

Stop Ingiustizie!